romina manoli



.

Biografia di romina manoli

Biografia
Dopo la maturità ottenuta presso il Liceo Artistico Candiani di Busto Arsizio (Va), prosegue gli studi all'Accademia delle Belle Arti di Brera di Milano.
In questi anni acquisisce una solida formazione accademica classica e contemporanea, approfondendo la propria ricerca estetica ed espressiva attraverso la pittura che diventerà il suo canale principale di espressione.
Una continua ricerca che caratterizza il suo singolare percorso, affronta soprattutto il tema della figura femminile, sviluppandone una forma espressiva di personale interpretazione.
Protagoniste infatti sono figure di donne, immerse in un silenzio metafisico, sospese in uno spazio - tempo indefinito, dove da una vibrazione inconscia si fondono forme cromatiche creando emozioni.
Nel suo manifestarsi il ritratto femminile tra sguardi e gestualità, vuole suggerire emozioni e stati d’animo che appartengono all' universo interiore.
Partecipa a mostre collettive e personali in spazi pubblici e privati. Oltre al suo percorso espositivo ha eseguito murales in Italia e all’estero.
Inoltre è insegnante di disegno e pittura con esperienza pluriennale.
Il suo metodo di insegnamento, stimola le capacità individuali di ogni studente, trasmettendogli una sana passione e una forte curiosità per l’arte.
Vive e ha lo studio a Milano

Esposizioni

1993 Torre Colombera “Il Gramagnon” - Gorla Maggiore (VA)
1995 “Scrittura e immagine oggi a Brera” Sede Artecultura - Milano
2001 Chiesa Sant'Ambrogio - Legnano (MI)
2004 Galleria Alba - Ferrara
2005 Castello Visconteo - Pandino (CR)
2006 “Arte Contemporanea, Villa Corvini - Parabiago (MI)
2006 Sala Consiliare - Pogliano Milanese (MI)
2007 Sala del Cortiletto - Busto Arsizio (VA)
2007 Villa Borromeo Visconti Litta - Lainate (MI)
2008 Sala del Cortiletto - Busto Arsizio (VA)
2008 Arte Senza Confini, Fondazione Ferrario - Vanzago (MI)
2009 Sala Bergognone, Chiostro degli Olivetani - Nerviano (MI)
2009 Centro San Magno - Legnano (MI)
2010 Sala del Cortiletto - Busto Arsizio (VA)
2010 Sala Consiliare - Pogliano Milanese (MI)
2011 Sala Civica “Oriana Fallaci” - Somma Lombardo (VA)
2011 “l’incanto del femminile” Villa Pomini - Castellanza (VA)
2012 "Tela di donna" Villa Borromeo Visconti Litta - Lainate (MI)
2012 AEmilia ArtQuake - Chiostri di S. Domenico - Reggio Emilia
2013 AEmilia ArtQuake - Casa del Mantegna - (MN)
2014 Femminile Plurale - Sala Consiliare - Malnate (VA)
2016 Immagine femminile "viaggio senza fine", Le Sale dell'Arte, Palazzo Bovara - Milano
2016 Arti al femminile in maremma. - Cassero Senese, Grosseto.
2016 Artquake - Museo della Città Rimini
2017 Sala Bergognone, ex Monastero degli Olivetani, Nerviano (MI)
2017 Palazzo Bovara (MI)
2018 Fondazione Avis Legnano (MI)
2019 Chiesa Sant’Ambrogio della Vittoria, Parabiago (MI)



Hanno scritto di lei:

Cristina Masetti
E’ una pittura che colpisce e incanta, quella di Romina Manoli, intrisa di un sentimento a metà strada tra la malinconia e la pensosa serenità. Le sue figure femminili - (che ricordano, nel tratto e nei colori, quelle di Gauguin, ma se ne discostano per una sinuosità dei corpi che nelle opere del Maestro francese non è così evidente), esprimono grazia, delicatezza, leggiadria. E la bellezza esteriore appare come manifestazione di quella interiore, in una perfezione che lo spettatore, con il suo sguardo, teme quasi di turbare.

Manuela Ciriacono
“…le donne lo sanno, lo sanno da prima quand'è primavera
o forse rimangono pronte, è il tempo che gira”…
Nel contemplare le nuove opere di Romina Manoli, in mostra a Villa Pomini, è possibile ritrovare, sotto uno strato di ruvida materia dai colori pompeiani, le tracce di un mistero profondo, la quintessenza del femminile.
Le sue donne abitano un tempo indefinito, quindi perenne: si rivelano attuali nel gioco spontaneo della seduzione, nell’attitudine innata ad un pensiero che viaggia lontano, ma al contempo evocano eleganti cariatidi, sacerdotesse del tempio, dalle pose aggraziate e dalla fisicità classicheggiante.
I titoli delle opere mostrano chiaramente come la dimensione autentica dello svelarsi dello spirito femmineo sia quella dell’intimità, della confidenza, della meditazione. Veneri e madri, amiche e matrone, le donne di Romina sono sempre donne in attesa, in ascolto di se stesse, della propria anima.
Quel loro sguardo assorto, di cui a volte risulta impossibile scindere le infinite sfumature emotive, diventa emblema dell’essere donna, ieri come oggi…in una sorta di ritratto “universale” da cui, come canto di Sirene, sembra impossibile non rimanere ammaliati.

Prof. Silvio Lunardi
Forme e colori di Romina Manoli.
Quante volte ognuno di noi ha provato questa spigolosa nostalgia verso un tempo e una dimensione sorgivi? E' qualcosa che spinge l'anima verso il passato quindi, passato e presente e reminiscenze interiori. Manoli riporta in forme e colori crugioli di angoli di vita mai dimenticati, interni di rara bellezza. Questi interni così poetici raccontano storie di vita dove gi attori principali sono queste figure femminili, dove dalla tela la pittrice fa emergere con grande maestria. Le sue figure hanno un vago squisito incanto.

www.rominamanoli.com
https: //miminadecorazioni. blogspot.com/


Contatti

romina manoli
pittrice
vive e lavora a Milano  (MI)
Telefono: non disponibile
Email: info@rominamanoli.com
Web: www.rominamanoli.com